Prodotti

RSS feed

Nessun RSS feed aggiunto

Notizie Recenti

Newroz 2015 - testimonianza del 19 marzo

Posted by
Newroz 2015 - testimonianza del 19 marzo

Dal Kurdistan turco e verso Kobane e la Repubblica del Rojava la prima testimonianza dei compagni di YaBasta Milano presenti alla carovana.

19 marzo 2015

Cari compagni,

stamattina siamo stati nella sede di un centro di diritti umani a Urfa (IHD). Ci hanno raccontato che lavorano sui problema di diritti di genere (matrimoni forzati, poligamia), etnici, di assistenza agli oppositori politici, ai prigionieri e agli scomparsi. Oggi comunque si può dire che, rispetto ad alcuni anni fa, qualche libertà e' stata conquistata come ad esempio il diritto di parlare in lingua curda, anche se ancora viene esclusa dalle scuole.
Assistono inoltre i 6 grandi campi profughi che si trovano in territorio turco, ma che ospitano i rifugiati curdi, e non solo, provenienti dalla Siria a causa della guerra dell'Isis.

Stamattina abbiamo incontrato per la strada un grosso gruppo di donne e bambini, che hanno letteralmente assaltato una fornitura di pane (destinata comunque a loro), forse regalata da qualche panettiere solidale.

Abbiamo poi incontrato, nel resto della mattina e nel pomeriggio, i rappresentanti di due partiti che, praticamente, sono la versione legale del PKK: uno con compiti e presenza regionali, l’altro nazionali.

Il DBP, Partito delle comunità democratiche, è un partito con un'impostazione organizzativa leninista, un partito di quadri e che forma quadri. Nonostante questa impostazione tradizionale, i suoi rappresentanti affermano di avere come obiettivo e riferimento ideale la cosiddetta repubblica del Rojava, con la sua autonomia e impostazione federativa. Hanno un buon radicamento nel territorio e in diverse municipalità, con le cooperative e la capacità di garantire servizi anche in territorio turco. Tutti e due i partiti, espressione del PKK, considerano come loro leader, ovviamente, Ocalan, e hanno una politica diversa rispetto ai loro omologhi in Siria. In Turchia lo stato è forte, presente, oppressivo e investe molte risorse per mantenere la sua egemonia politica. Ciò fa la differenza con la situazione nel vicino territorio siriano, dove lo stato è praticamente assente.

Il HDP, che abbiamo incontrato nel pomeriggio, è la versione nazionale e legale del PKK, ed è presente su tutto il territorio nazionale con l’intenzione di essere il partito non solo dei curdi, ma anche di tutte le altre nazionalità presenti in territorio turco, compresi i turchi stessi. Il suo obiettivo è cambiare la costituzione in modo che siano riconosciute tutte le nazionalità, etnie, religioni. Non hanno però parlato di superamento dello stato nazione.

In tutte e tre gli incontri i nostri interlocutori erano donne, che hanno ribadito la pratica di comprendere nei gruppi dirigenti la parità uomo-donna, anche in termini di incarichi. La nostra interlocutrice del DBP era la presidente.

Domani parteciperemo per tutto il giorno ad eventi, qui a Urfa, in occasione dei festeggiamenti del Newroz.

Speriamo di comunicare ancora presto, la connessione internet qui fa cilecca spesso.

Un abbraccio a tutti

F. e G.

Contattaci

Our hotline is available 24/7

Telefono:02-64100541

Contact our hotline